An haven for committed Dreamers

I PRINCIPALI ERRORI DA EVITARE IN ACQUAPONICA: SECONDA PARTE

Con questo secondo articolo continuo ad illustrare i più frequenti errori da evitare in Acquaponica. Perchè la mia esperienza mi ha insegnato che è meglio prevenire che dover intervenire di corsa per sistemare le cose.

Carpe koi e Pesci rossi Fancy, Calico e Oranda con lenticchie di acqua dolce

Un breve riepilogo

Quindi abbiamo già visto nel mio precedente articolo quanto sia importante:

1. Dimensionare la vasca e i letti di crescita rispettando precisi rapporti volumetrici;

2. Controllare periodicamente i parametri chimici più importanti dell’acqua per monitorare la sua qualità corretta;

3. Alimentare gli animali con mangimi adatti di buona qualità evitando di sovralimentarli o di affamarli;

4. Mantenere una densità numerica di animali adatta al volume della vasca e tenendo conto della loro biologia ed ecologia. Non dimenticando di lasciar loro sufficiente spazio per farli crescere.

errori da evitare in Acquaponica

Ora passiamo quindi a vedere altri quattro errori che non si devono fare se si vuole avere un impianto acquaponico efficiente con animali e piante in salute:

5° ERRORE: bilanciamento errato del rapporto numerico animali\piante

La densità degli animali nella vasca di allevamento è legato al numero di piante e viceversa. Ma il rapporto non è 1:1. Poiché dipende dalle specie animali e vegetali scelte, dalle loro dimensioni e necessità nutritive. Oltre che dalla tipologia e struttura dell’impianto.

errori da evitare in Acquaponica
Un giusto rapporto numerico consente anche la coltivazione di frutti grandi come i meloni

In due casi un rapporto è sbilanciato:

1. Quando il numero degli animali (pesci o gamberi) è maggiore in rapporto a quello delle piante, provoca un aumento dei nitriti e dei nitrati che non possono essere assorbiti da un sufficiente numero di vegetali;

2. Quando la densità delle piante eccede la capacità degli animali di fornire sufficienti nutrienti per la loro crescita e (eventuale) fruttificazione.

Come si può bilanciare efficacemente il numero di animali allevati con quello dei vegetali?

Si utilizzano alternativamente due metodi di calcolo che tengono conto della superficie di coltivazione:

  1. Il primo metodo si basa sulla relazione tra animali e quantità di mangime somministrato quotidianamente. Questo calcolo (denominato Feed Rate Ratio) viene usato soprattutto con le zattere galleggianti.
  2. Il secondo metodo (basato sulla stocking density) si focalizza sulla biomassa animale in relazione ai volumi della vasca e dei letti.
errori da evitare in acquaponica
In questo impianto la densità animale è temporaneamente sovradimensionata rispetto al numero di piante presenti in uno dei letti di crescita.

Il risultato ottenuto consente di individuare il giusto equilibrio richiesto dallo specifico impianto in modo da garantire agli animali e alle piante le corrette condizioni chimiche acquatiche per la loro crescita.

Esempio di impianto intensivo bilanciato
Una biomassa animale di 20 kg. (costituita ad esempio da 20 pesci di 1 kg. ciascuno), in 1.000 litri di acqua, può sostenere la produzione mensile di 24 piante a foglia larga di medie dimensioni. Ciò significa poter ottenere ogni anno 288 piante (con l’impianto attivo tutti i mesi).

errori da evitare in Acquaponica
In occasione di una visita con consulenza di un mio corsista di questo inverno

HAI BISOGNO DI CONSIGLI PER IL TUO PROGETTO? SIAMO QUI PER AIUTARTI >>

Una visita guidata + 1 ora di Consulenza

Stai cercando una direzione da prendere per il tuo progetto imprenditoriale in Acquaponica? Vieni a visitare la nostra fattoria acquaponica e scopri come funziona quotidianamente. Risolviamo qualsiasi dubbio tu abbia e condividiamo con te la nostra esperienza di lavoro in questo campo. In modo che possiamo discutere anche del tuo progetto esaminando insieme il potenziale in termini di redditività e originalità. Concentrandoci specificamente sulla domanda del mercato che desideri soddisfare.

€99.00


CONTATTACI PER AVERE INFORMAZIONI! >>

6° ERRORE: Carenza di nutrienti e\o ossigeno

Nella gestione ordinaria della qualità dell’acqua si tende a prestare attenzione soltanto alle concentrazioni di Nitriti e Nitrati. In quanto prodotti del metabolismo batterico al centro del ciclo dell’Acquaponica.

Al contrario è necessario monitorare anche i valori di concentrazione dei macronutrienti Ferro, Potassio e Calcio. Infatti i loro livelli bassi pregiudicano l’aspetto e la salute delle piante coltivate.

Mentre una concentrazione bassa di Ossigeno disciolto crea diversi problemi sia nella vasca che nei letti di crescita. Pertanto occorre assicurare sempre una buona areazione. Dato che sia gli animali che i batteri, oltre alle piante, mostrano di crescere meglio in presenza di almeno 5 mg/l di ossigeno disciolto.

errori da evitare in Acquaponica
L’areazione in vasca viene effettuata anche grazie alla ricaduta dell’acqua di ritorno dal letto di crescita

Come si possono correggere i loro valori di concentrazione?

La correzione è semplice e non richiede una laurea in Chimica. 🙂

Il Calcio ed il Potassio possono essere aggiunti in acqua sciogliendo rispettivamente ad esempio carbonato di calcio (o idrossido di calcio) e idrossido di potassio.

Mentre per il Ferro si aggiunge una soluzione acquosa di ferro chelato a lento rilascio.

Tutti i prodotti citati sono reperibili facilmente ad un costo più che accettabile.

La bassa concentrazione di ossigeno disciolto viene corretta insufflando aria dentro la vasca degli animali con un areatore elettrico ad esempio.

errori da evitare in Acquaponica
nella vasca sottostante sono visibili le bolle create dall’acqua di ritorno dal letto oltre che dalla pietra porosa dell’areatore

Alcuni danni causati dalle carenze

La carenza di Ferro causa la clorosi ferrica con una crescita stentata delle piante e una decolorazione delle loro foglie.

Basse concentrazioni di Potassio producono piante deboli, con gambi fragili, e sensibili alle malattie e al freddo.

La carenza di Calcio rende meno stabile l’ambiente chimico acquatico. Inoltre influenza lo stato fisico delle piante e dei loro frutti (come nel caso del pomodoro).

La deficienza di Ossigeno disciolto può indurre soffocamento negli animali e causare zone di marcescenza nel substrato di coltivazione.

errori da evitare in Acquaponica
Attenzione a non confondere per una decolorazione caratteristica, provocata dalla carenza di ferro, una colorazione invece specifica della pianta (come in questo caso)

7° ERRORE: Sistema idraulico sottodimensionato o mal progettato

Possiamo tranquillamente affermare che il sistema circolatorio di un impianto acquaponico è rappresentato dall’insieme di tubi, sifoni, pompa e substrato. In quanto influenza direttamente l’apporto di nutrienti alle piante e l’ossigeno a tutti gli organismi mentre rimuove i rifiuti organici solidi e liquidi dalla vasca degli animali.

Ostacoli nella circolazione dell’acqua creano ovviamente problemi che impattano direttamente in maniera negativa sulla salute e sopravvivenza di tutti gli organismi viventi nell’impianto. Oltre a ridurre l’efficienza della trasformazione biochimica dei rifiuti organici animali.

errori da evitare in Acquaponica

I principali errori di progettazione e costruzione di un sistema sono dovuti a:

– Pompa con portata insufficiente in relazione al volume idrico della vasca da muovere in un determinato tempo;

– Substrato eccessivamente denso oppure poco poroso
che rallenta il flusso dell’acqua che l’attraversa;

– Tubi di diametro ridotto che determina il loro intasamento in poco tempo.
A causa della sostanza organica disciolta e del biofouling, ricco di batteri e alghe;

– Sifoni mal funzionanti
che impediscono il regolare deflusso dell’acqua o consentono l’allagamento eccessivo dei letti.


VUOI AVVIARE UN’ATTIVITÀ ACQUAPONICA? SEGUI UN NOSTRO WORKSHOP >>

Workshop nel weekend su Carpe Koi e Pesci rossi Fancy in Acquaponica

In questo corso di formazione di 19 ore, condivideremo con voi la nostra esperienza in Acquaponica, concentrando la nostra attenzione sull'allevamento e la selezione delle varietà di alto valore di Carpa Koi e Pesce Rosso varietà Fancy. Pertanto, parleremo di produzione acquaponica rivolta al mercato ornamentale. Questo workshop include lezioni teoriche e attività pratiche per un weekend full-immersion nella nostra fattoria acquaponica in Toscana.

€499.00

Contattaci per avere informazioni! >>

Come si possono evitare i suddetti problemi?

La risposta è ovvia: con una corretta progettazione ragionata che assicura che non ci sono condizioni tecniche che possono ostacolare la circolazione dell’acqua dalla vasca ai letti e viceversa. Oltre al rispetto del corretto rapporto volumetrico vasca\letti.

errori da evitare in Acquaponica
Un sifone smontato.
E’ importante avere tubi di diametro differente in base alla loro funzione

8° ERRORE: Quarantena degli animali ignorata

Tutti i nuovi animali devono effettuare un periodo di quarantena prima di essere introdotti in un impianto acquaponico. Trascurare questo passaggio mette a rischio la salute di quelli che già vi sono.

La quarantena serve a verificare lo stato di salute dei nuovi individui e a far emergere eventuali sintomi causati da parassiti e agenti patogeni come batteri e funghi. Soltanto in assenza di segnali in tal senso si può poi introdurre gli animali nella vasca insieme a quelli preesistenti.

errori da evitare in Acquaponica
Osservare prima gli animali in una vasca di quarantena consente di potersi accorgere di eventuali comportamenti anomali che possono essere sintomi di una patologia esistente

Come si deve fare la quarantena?

Il periodo di isolamento dei nuovi animali varia da 1 a 2 settimane a seconda del metodo scelto e richiede una vasca con areazione, separata dall’impianto acquaponico e dotata di filtro autonomo.
Durante la quarantena gli animali sono osservati valutandone anche il comportamento e l’appetito.

errori da evitare in Acquaponica
L’osservazione diretta è il migliore sensore di allarme

Esempio

Si devono introdurre in una vasca di pesci un nuovo gruppo di individui, in sostituzione di quelli che sono stati venduti. Pertanto viene allestita una vasca di volume adeguato con un filtro biologico attivo. Dopo un adeguata acclimatazione i nuovi pesci vengono introdotti e tenuti sotto osservazione per 15 giorni.

Non solo i pesci devono essere quarantenati prima di essere introdotti in un impianto già avviato con altri esemplari

Come evitare gli errori

Siamo giunti alla fine di questo elenco di errori da evitare in Acquaponica.

Mi auguro che la lista sia utile a chi si accinge a realizzare un impianto. Evitandogli così di dover perdere tempo e denaro per correggere i malfunzionamenti del sistema.

Come a chi abbia già la fortuna di gestire un impianto. E magari stanno affrontando il problema di piante ingiallite oppure di animali che non crescono abbastanza velocemente.

Le soluzioni sono semplici quando si individuano i problemi.

Quindi continuate a seguire il Diario del ricercatore per scoprirne altre.

errori da evitare in Acquaponica
La nostra missione è aiutare a raggiungere l’obiettivo nella maniera più semplice
Per essere sempre aggiornato, seguici sulla nostra Pagina Facebook>>

VISITA ANCHE LE MIE PAGINE SU:

LINKEDIN >>

PINTEREST >>

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

© 2019 My Rivendell

Theme by Anders Norén

    By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

    The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Privacy Policy link is located on the bottom of the page.

    Close