Advertisements

Aquaponics Farm – an haven for committed Dreamers

come realizzare un acquario acquaponico

di Giulia e Davide Di Crescenzo

Acquario acquaponico, di cosa si tratta?

Hai mai pensato ad applicare i principi dell’Acquaponica ad un semplice acquario per ridurre al minimo i ricambi d’acqua?

Bene, noi l’abbiamo fatto quest’inverno, realizzandone alcuni per l’allevamento di Neocaridina, guppy e lumache acquatiche. In realtà, siamo partiti con dei barattoli di vetro personalizzati da sculture in cartapesta, per i quali abbiamo coniato il termine Ecojar.

Guppy in un acquario acquaponico utilizzato come vasca di accoppiamento

In entrambi i casi si è trattato di realizzare dei micro-ecosistemi acquatici ben bilanciati per densità e taglia degli animali introdotti e piante acquatiche. Inoltre abbiamo usato come substrato il Fondo Vivo della Prodac, attivandolo con qualche goccia di batteri nitrificanti.

Insomma, abbiamo replicato in piccolo e sott’acqua il ciclo acquaponico. Ma, perché?

LA FAVOLA DELLE AQUAPONICS MASON JARS

Ebbene, hai mai sentito parlare o visto qualche foto di una Mason jar Aquaponics?

 acquario acquaponico
Aquaponics Mason Jar

Consiste in un barattolo che ospita un Betta che dovrebbe riuscire da solo a produrre abbastanza nitrati per soddisfare le richieste nutrizionali di una piantina. La quale è inserita in un bicchiere idroponico che contiene a sua volta dell’argilla (in genere).

Allora, parto dicendo che sono un paio di anni che queste Mason Jar sono in giro e vengono condivise su piattaforme come Pinterest come soluzioni DIY (Do it yourself).

DIFETTI EVIDENTI

D’altro canto, presentano dei problemi tecnici che rendono impossibile un loro funzionamento a lungo termine.

Come l’assenza di un foro per l’accesso dell’ossigeno sia per il Betta che per le radici della pianta. Oltre, evidentemente allo stress provocato alla pianta ogni volta che deve essere sollevata per dar da mangiare al pesce.

In più, come ho precedentemente sottolineato, non è realistico che un pescetto così piccolo e solo possa produrre abbastanza nitrati per la crescita di una pianta. Infatti, come ben sai, in Acquaponica la densità degli animali da tenere in vasca non equivale al numero di piante da tenere nei letti. I calcoli da fare sono altri.

Comunque, tanto per la cronaca, la ragione della scelta dei Betta per le Mason jars è fondamentalmente che sono una delle poche specie acquatiche che possono respirare ossigeno direttamente dell’atmosfera. Difatti, sono originari delle acque dolci stagnanti, povere di ossigeno e con poco ricambio della Thailandia e della Cambogia, Inoltre, sono apprezzati per l’ampia gamma di colorazioni sgargianti che rende unico ogni maschio (i più venduti per questa ragione).

acquario acquaponico
Varietà di Betta

Infine, vista l’aggressività intraspecifica ed interspecifica di questa specie, devono essere tenuti singolarmente per evitare combattimenti.

D’altra parte, un altro fattore di cui non tengono conto i realizzatori di queste Mason jars è che la specie Betta è tropicale. Ragion per cui è sempre consigliabile tenere un piccolo riscaldatore nell’acquario.

CICLO ACQUAPONICO DI UNA ECOJAR

Quindi, che miglioramenti tecnici abbiamo apportato alle Mason jars perché chiunque possa godere di un micro-ecosistema acquatico a casa?

Prima di tutto, abbiamo scelto solo piante acquatiche di facile coltivazione e gestione, (es. muschio e lenticchie d’acqua).

In secondo luogo, abbiamo optato per specie acquatiche gregarie di piccola taglia come Neocaridina davidi o guppies e lumache acquatiche per produrre abbastanza nutrienti per soddisfare il fabbisogno vegetale.

Mi sembra scontato dire che abbiamo usato barattoli di dimensioni maggiori rispetto alle Mason Jars. Tipo quelli da biscotti. O addirittura le tipiche bocce da pesce rosso.

Ecojar
Alcuni acquari che utilizzano il ciclo dell’Acquaponica nel nostro locale incubatoio

ossigenazione e riscaldamento

In ultimo, il nodo cruciale per il funzionamento di questo sistemino da scrivania è stato il sistema di ossigenazione dell’Ecojar. Perché, oltre a respirare gli animali e le piante, per mantenere il substrato attivo dobbiamo tener conto delle necessità vitali dei batteri. Per assolvere a questo compito, abbiamo inserito al di sotto del substrato un sistema di aerazione che evita che si formino delle zone anossica (priva di ossigeno).

A questo punto, bisogna solo assicurare il giusto riscaldamento e siamo a posto.

In altre parole, il funzionamento delle nostre Ecojars avviene sfruttando soltanto processi naturali, grazie ai rapporti interdipendenti dei diversi organismi viventi che le abitano.

Ecojar
La presenza simultanea di animali, piante e batteri consente all’ambiente acquatico dell’Ecojar di restare in salute

Poiché tutti gli organismi coinvolti svolgono una funzione interdipendente. In questo modo, mantenendo un vero e proprio equilibrio ecologico.

Per questa ragione, la composizione numerica dei diversi esseri viventi viene bilanciata opportunamente per evitare il rischio di sovraffollamento o di squilibri ecologici. Ad esempio la presenza delle lumachine è limitata a pochi esemplari data la loro tendenza a riprodursi facilmente.

In pratica, ogni organismo vivente svolge un ruolo producendo le sostanze chimiche necessarie alla sopravvivenza e crescita degli altri esseri.

Ecojar
Gamberetti Neocaridina intorno ad una coppia di lumache di acqua dolce in accoppiamento – dentro un acquario acquaponico

Più in dettaglio, gli animali respirando emettono anidride carbonica nell’acqua. Producono anche rifiuti organici (sotto forma di urina e feci). Tutto deve però essere eliminato per evitare intossicazioni. A ciò pensano i batteri che trasformano le sostanze tossiche in nutrienti per le piante acquatiche. Queste emettono a loro volta ossigeno e consumano anidride carbonica.

In questo modo si ottiene un processo naturale di depurazione idrica. Necessaria per la salute e il benessere di tutti gli organismi viventi.

Ambasciatrice per l’Ambiente

Oltre alla funzione ornamentale, l’Ecojar é un eccellente strumento didattico per realizzare attività volte alla sensibilizzazione sulle tematiche ambientali ed ecologiche.

Ad esempio una delle nostre Ecojar sarà la protagonista di lezioni per le scolaresche sulla biologia ed ecologia acquatica organizzate presso l’Acquario Mediterraneo dell’Argentario.

acquario acquaponico

Ciò nel contesto del nostro recente accordo di collaborazione con la Direzione dell’Acquario. Con l’obiettivo di incentivare la conoscenza nei confronti della protezione e il mantenimento in salute degli habitat acquatici.

Considerato che più un sistema è piccolo, più facilmente è destabilizzabile se un fattore o parametro cambia anche di poco. Per cui, sarà più evidente per i bambini le cause dei Cambiamenti climatici che si stanno verificando e di conseguenza le azioni possibili per rallentarli.

Inoltre, installeremo un acquario acquaponico che farà parte del percorso turistico-didattico dell’Acquario con pannello esplicativo. Logicamente, usufruibile da tutti i visitatori.

acquario acquaponico
Direzione dell’ Acquario Mediterraneo dell’Argentario in vista presso la Fattoria Acquaponica My Rivendell
UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY. RESTA SEMPRE AGGIORNATO E RICEVI CONSIGLI PER IL TUO BUSINESS!

In elaborazione…
Successo! Ti sei unito alla community

allevamento larve ed avannotti in un acquario acquaponico

Testata l’efficacia e la semplificazione della gestione di questi ecosistemi acquatici in miniatura, abbiamo pensato di replicarli in comuni acquari per l’allevamento delle larve e degli avannotti nati e che nasceranno questa primavera nei nostri impianti.

Però, in questo caso, in addizione alla filtrazione biologica operata dai batteri nitrificanti, impieghiamo anche singole componenti di filtrazione meccanica. Visto che il tasso di crescita dei pesci nei primi mesi di vita è accellerato. E di conseguenza, la produzione di scarti organici aumenta di settimana in settimana, andando ad impattare sugli equilibri stabiliti.

Avannotti di pesci rossi Fancy allevati nei nostri acquari acquaponici

guarda i programmi dei nostri workshop >>

Un modello produttivo in meno di un metro quadrato

Inoltre le condizioni ecologiche che si vengono a realizzare all’interno degli acquari sono molto positive anche per la generazione di organismi microscopici di cui le larve si cibano. Insieme al mangime in polvere e vivo (larve di insetto) da noi fornito, consente una loro crescita incredibilmente rapida.

L’allestimo di un siffatto acquario acquaponico, quindi ci permette di allevare fin dalla schiusura delle uova o dal parto (guppy) i nuovi individui in condizioni stabili.

E senza grandi fluttuazioni nei parametri dell’acqua dovuti ai ripetuti ricambi d’acqua. Che significa una mortalità degli individui praticamente nulla.

Infine, allevando certe specie di lumache acquatiche molto prolifiche. Così come facendo riprodurre le lenticchie di acqua, produciamo ulteriore cibo fresco e vivo per gli esemplari adulti, negli impianti.

Ecojar - sistema acquaponico
Larve di Guppy nate in una gabbia incubatrice installata in un acquario acquaponico

In conclusione l’Acquaponica consente di realizzare strutture di allevamento sostenibili ecologicamente in spazi anche di pochi metri quadrati adottando anche soluzioni verticali per le installazioni di mantenimento degli animali.

Per essere sempre aggiornato, seguici sulla nostra Pagina Facebook>>
VISITA ANCHE LE MIE PAGINE SU:

LINKEDIN >>

PINTEREST >>

INSTAGRAM >>

Advertisements

Next Post

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

© 2019 My Rivendell

Theme by Anders Norén

error

Did you find this article helpful? Then, like & share it!

  • RSS941
  • Follow by Email
  • Facebook
    Facebook
  • Twitter
  • Pinterest0
    Pinterest
  • Instagram220

    By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

    The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Privacy Policy link is located on the bottom of the page.

    Close